PATRONATO

BONUS

Bebè / Maternità
Scopri di più

REDDITO

di Cittadinanza
Scopri di più

Assegno

AL NUCLEO

FAMILIARE

 

Scopri di più

Assegno

INVALIDITÀ

Scopri di più

Estratto conto

contributivo

Scopri di più

PENSIONE

Scopri di più

REVERSIBILITÀ

Scopri di più

O.B.I.S.M.

C.U.

 

Scopri di più

INDENNITÀ

DISOCCUPAZIONE

Scopri di più

DIMISSIONI

Scopri di più

ECOCERT

Scopri di più
VAI AI SERVIZI ONLINE
RICHIEDI APPUNTAMENTO

Modello

730

Scopri di più

Modello

ISEE

Scopri di più

PF

(ex Modello Unico)

Scopri di più

Modello

R.E.D.

Scopri di più

Modello

I.C.L.A.V.

Scopri di più

BONUS

Bebè / Maternità
Scopri di più

REDDITO

di Cittadinanza
Scopri di più

Calcolo

IMU

Scopri di più

Assegno

INVALIDITÀ

Scopri di più

Assegno

AL NUCLEO

FAMILIARE

 

Scopri di più

PENSIONE

Scopri di più

REVERSIBILITÀ

Scopri di più

O.B.I.S.M.

C.U.

 

Scopri di più

INDENNITÀ

DISOCCUPAZIONE

Scopri di più

DIMISSIONI

Scopri di più

VISURE

CATASTALI

 

Scopri di più

MAPPE

TERRENI

 

Scopri di più

PLANIMETRIE

Scopri di più

VOLTURE

Scopri di più

SUCCESSIONI

Scopri di più

RETTIFICHE

CATASTALI

 

Scopri di più

LEGALE

Scopri di più

MEDICO

LEGALE

 

Scopri di più

COMPARTO

SCUOLA

 

Scopri di più

PERSONALE

A.T.A.

 

Scopri di più

Servizi

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

I cittadini titolari di assegno mensile, in qualità di invalidi civili sono tenuti a dichiarare la permanenza del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa (modello ICLAV).

Chi sono i soggetti interessati dall’ICLAV?

• Invalidi parziali, non ricoverati, con solo assegno;

• invalidi parziali, ricoverati, con solo assegno;

• invalidi parziali, non ricoverati, titolari di altro reddito, con solo assegno;

• invalidi parziali, ricoverati, titolari di altro reddito, con solo assegno;

• invalidi parziali, privi di perequazione automatica ma con limite di reddito personale pari o inferiore a quello stabilito per legge.

Quali documenti richiede il CAF per compilare il modello ICLAV?

• documento d’identità del dichiarante;

• copia tessera sanitaria per controllo obbligatorio del codice fiscale;

• documento d’identità del tutore/curatore se presente e tessera sanitaria;

• in caso di delegato, copia della delega e documento d’identità del delegato e dichiarante;

• certificati redditi prodotti nei due anni: anno 2013 e presuntivo 2014 (reddito autonomo, dipendente, cooperative sociali;

• certificato medico attestante la menomazione psichica o intellettiva se presente.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura, è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni,  per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l'INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), i quali non solo trasmettono all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiutano questi ultimi nella compilazione, piuttosto complessa, dei modelli, certificando l'entità del reddito dichiarato. Il pensionato potrà perciò usufruire, in modo completamente gratuito, dell'assistenza di operatori particolarmente esperti in questo settore.

Anche Online...

L'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), è lo strumento che verrà adottato da molti enti pubblici e privati per valutare la situazione economica delle famiglie che intendono richiedere una prestazione sociale agevolata (prestazione o riduzione del costo del servizio).

Per ottenere l'assistenza necessaria alla compilazione della dichiarazione e delle domande da presentare agli Enti erogatori delle prestazioni è possibile rivolgersi ad un qualsiasi ufficio del CAF su tutto il territorio nazionale che gratuitamente potrà assistervi nella compilazione della dichiarazione utile ad ottenere l'ISEE, e in base al valore potrà indicarvi a quli agevolazioni e bonus potete avere accesso.

Altri Servizi...

Il modello Redditi PF (ex Unico) è il modello ordinario di dichiarazione dei redditi; si tratta di un modello unificato tramite il quale è possibile effettuare più dichiarazioni fiscali.

Per una corretta presentazione del modello Unico è necessario eseguire le seguenti operazioni:

  • compilare il modello in tutte le sue parti;
  • calcolare i versamenti;
  • effettuare i versamenti;
  • presentare la dichiarazione.

A differenza del modello 730, nel modello Redditi  (Unico) i versamenti delle imposte sono effettuati direttamente dal contribuente attraverso il modello F24, che deve essere presentato in banca o in posta.

Il contribuente può effettuare direttamente la compilazione del modello ed i calcoli dei versamenti o può richiedere assistenza alla compilazione ai CAF, ai professionisti e agli Uffici dell'Agenzia delle Entrate appositamente abilitati a svolgere questa attività.

Dal 12 marzo 2016 il lavoratore deve comunicare le proprie dimissioni o la risoluzione consensuale del rapporto lavorativo attraverso una nuova procedura online, introdotta dal decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151, disponibile sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’iniziativa ha l'obiettivo di contrastare il fenomeno delle "dimissioni in bianco" che penalizza in particolare alcune categorie di lavoratrici e lavoratori.

Il servizio è rivolto a tutti i lavoratori e le lavoratrici che intendano comunicare le proprie dimissioni.

La planimetria catastale è la rappresentazione grafica, scala 1:200, della distribuzione degli spazi interni di una data unità  immobiliare, come appartamento, ufficio, negozio o garage. Viene fornito il documento estratto presso gli uffici catastali dell'Agenzia delle Entrate, già Agenzia del Territorio.

Nella planimetria catastale o piantina catastale sono riportate l'indicazione del piano, le altezze interne, eventuali confinanti, la destinazione dei locali quali bagno, ripostiglio, cucina, e l'orientamento dell'unità rispetto al Nord. Viene inoltre indicato il nominativo del tecnico che ha provveduto all'accampionamento, la scala di riferimento ed i dati catastali che identificano l'unità.

Con la domanda di voltura il contribuente comunica all’Agenzia che il titolare di un determinato diritto reale su un bene immobile non è più la stessa persona ma un’altra, per esempio dopo un passaggio di proprietà di una casa, il trasferimento di un usufrutto o una successione. Il modello, infatti, deve essere presentato per aggiornare le intestazioni catastali e consentire così all’Amministrazione finanziaria di adeguare le relative situazioni patrimoniali.

Devono presentare la domanda di voltura coloro che sono tenuti a registrare gli atti con cui si trasferiscono diritti reali su beni immobili, quindi:

  • i privati, in caso di successioni ereditarie e riunioni di usufrutto
  • i notai, per gli atti da essi rogati, ricevuti o autenticati
  • i cancellieri giudiziari per le sentenze da essi registrate
  • i segretari o delegati di qualunque Amministrazione pubblica per gli atti stipulati nell'interesse dei rispettivi enti.

Se più persone sono obbligate alla presentazione, è sufficiente presentare una sola domanda di volture.

Se chi è obbligato non richiede la voltura, possono provvedere direttamente gli interessati.

Con la successione a causa di morte un soggetto subentra ad un altro soggetto in una o più situazioni giuridiche che non si estinguono con la morte.Dal punto di vista dei beni che ne sono oggetto, la successione può essere di due tipi:

  • successione testamentaria: quando è regolata da un testamento
  • successione legittima in mancanza di un testamento, la successione è regolata dalla legge.

Nel caso esista un testamento, ma non disciplini l’intera successione, la stessa sarà in parte testamentaria e in parte legittima.

A taluni soggetti, quali il coniuge, i discendenti e gli ascendenti in mancanza di discendenti, spetta in ogni caso il diritto ad una quota di eredità. Questo diritto alla quota di legittima configura un limite all’autonomia testamentaria e s'inquadra nell'ambito della cosiddetta successione necessaria.

Nelle visure catastali è possibile riscontrare delle incongruenze dovute a errori in fase di inserimento delle unità immobiliari, terreni e fabbricati, nella banca dati del Catasto gestita dall'Agenzia delle Entrate.

Nell’ambito dei molteplici servizi offerti agli utenti, il Patronato Caf C.E.D. dispone di un servizio dedicato all’assistenza legale. 

Il medico legale è un dottore laureato in una speciale branca della medicina: la medicina legale, appunto. La medicina legale si occupa dei rapporti tra ambito medico e giuridico. Cosa significa? Che il medico legale deve indagare sulle cause di un fatto che è rilevante sia sotto il profilo medico che sotto quello giuridico.

Alcuni esempi saranno più chiari di mille parole. Si pensi al sinistro stradale che provochi lesioni ad uno degli automobilisti coinvolti: in questa circostanza, la vittima incaricherà un medico legale perché accerti l’entità delle ferite riportate al fine di chiedere il risarcimento del danno all’assicurazione.

Oppure: una persona viene trovata misteriosamente morta. Il medico legale, incaricato dalla procura, dovrà accertare le cause del decesso, occupandosi anche dell’autopsia sul cadavere. Dai risultati si potrà capire se la vittima è stata uccisa (ad esempio, avvelenata) oppure è morta per cause naturali.

Ancora, si pensi ai tanti casi di responsabilità medica. A Tizio viene riscontrata un’importante patologia, nonostante tutti i dottori che l’avevano visitato in precedenza avessero escluso ogni problematica. In questo caso, Tizio può rivolgersi ad un medico legale perché verifichi la sussistenza di una responsabilità professionale in capo ai medici che non avevano diagnosticato la malattia.

Presso le sedi del Patronato Caf C.E.D., è possibile istruire le pratiche relative ai lavoratori del comparto scuola. Elechiamo i principali servizi offerti nel campo della scuola.

Il Patronato Caf C.E.D. offre consulenza, assistenza, news sulle pratiche di patronato relative alla scuola: docenti e personale ATA.

Anche Online...

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi  destinato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Il modello 730 presenta diversi vantaggi: anzitutto il contribuente non deve eseguire calcoli e poi ottiene il rimborso dell'imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione; se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione.

Se molto spesso si presenta il 730 perché "conviene" e si hanno spese detraibili o deducibili (dalle spese sanitarie agli interessi del mutuo o i vari bonus casa), va ricordato che gli unici contribuenti esonerati sono quelli che hanno esclusivamente redditi da abitazione principale o altri fabbricati non locati (quelli esenti imu), da lavoro dipendente e da pensione corrisposti da un unico sostituto d'imposta, redditi soggetti ad imposta sostituiva con esclusione della cedolare secca (es interessi sui Bot) o ritenuta alla fonte (interessi cui conti correnti).

Ma attenzione: la dichiarazione deve comunque essere presentata se le addizionali all'Irpef non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quella dovuta. Chi ad esempio nell'anno precedente ha percepito l'indennità di disoccupazione, oppure chi lavora come colf/badante, fa bene a verificare la corretta applicazione delle detrazioni applicate presentando la dichiarazione.

Anche chi al momento della presentazione non ha un sostituto d'imposta può fare il 730, in caso di credito il rimborso verrà erogato direttamente dall'Agenzia delle entrate, in caso di debito si pagherà con F24.

La VISURA CATASTALE è un documento in carta libera dal quale è possibile desumere i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati).

Gli uffici del Patronato Caf C.E.D. e anche ONLINE sono collegati per via telematica alla banca dati del catasto, rivolgendosi ad un qualsiasi ufficio del Caf Cisl, è possibile ottenere la visura catastale dei propri immobili ovunque si trovino sul territorio nazionale.

Il CAF, se delegato dal cittadino, può  fornire la visura catastale, utile per la corretta compilazione di una qualsiasi altra dichiarazione effettuata dal CAF (dichiarazione dei redditi, ISEE, RED...)

La richiesta di visura può essere effettuata in base alle seguenti chiavi di ricerca:

  • per immobile effettuata mediante identificativo catastale del bene (particella catastale per il catasto terreni o unità immobiliare urbana per il catasto urbano – ricerca limitata al solo catasto terreni o catasto fabbricati);
  • per soggetto;
  • per partita (la ricerca è limitata al solo catasto terreni o catasto fabbricati);
  • periodo di riferimento: attuale (riferita alla situazione catastale corrente) o ampliata (riferita a tutte le situazioni cronologicamente afferenti il periodo richiesto: decennale, ventennale, dall’impianto del catasto meccanizzato).

La Mappa terreni o Estratto di mappa terreni evidenzia la posizione sulla mappa della particella terreni indicata.

Per richiedere la mappa terreni occorre indicare i dati catastali del terreno (Foglio e Particella) oltre che  il Comune e l’eventuale sezione solo se presente.

Nella mappa terreni la particella indicata viene evidenziata in neretto.

Oltre alla particella indicata saranno visibili anche tutte le particelle circostanti, per un raggio variabile in base al formato della mappa richiesto.

VAI AI SERVIZI ONLINE
RICHIEDI APPUNTAMENTO
VAI AI SERVIZI ONLINE
RICHIEDI APPUNTAMENTO